FiNCHÉ C’É ZUCCA C’É SPERANZA


Ora tocca al risotto di zucca. La ricetta qui è molto semplice, il “lavoro” difficile è sbucciarla, consiglio un coltello molto affilato e molta molta attenzione.

cuxina1259

Una volta pulita e tagliata a pezzetti più o meno regolari (io in cucina non adoro la precisione, anzi mi piacciono le cose istintive e grossolane, adoro trovare dei pezzetti di più o meno cotti) la faccio rosolare con un filo d’olio, una grattugiata di noce moscata che trovo inseparabile dalla zucca e una generosa presa di sale fino. Dopo 5 minuti aggiungo un paio di mestolini di brodo vegetale caldo e la cuocio per altri 10 minuti. Non sarà cotta, anzi, la sua cottura finirà in compagnia del riso e del brodo.

cuxina1268

A proposito del riso: anche qui sono un abitudinario, uno, solo e unico, sua maestà il Carnaroli, tassativamente all’onda!

cuxina1263

A cottura quasi ultimata, spegniamo il fuoco e mantechiamo (lo si mescola velocemente con energici giri di mestolo) con 100 gr ricotta fresca. È stato un esperimento ottimamente riuscito, questo della ricotta, resta leggermente grumosa (se non si eccede con la mantecatura) e la cosa risulta molto gradevole!!!

cuxina1271

Impiattato in un elegante piatto nero che ne risalta il suo colore arancione, lo rifinisco giusto con tre o più fettine di speck d’anatra dell’inimitabile Jolanda de Colò che arriva direttamente dalla mia pusher di droghe per il palato, Tiziana della macelleria Nogara di Sovizzo.

Buon appetito e buona serata.

cuxina1261cuxina1269

Pumpkin risotto today! The recipe is basically simple, the hard thing is peeling the pumpkin, we suggest a really sharped knife and a lot of attention..

Once peeled and diced quite roughly, (we don’t like regular shapes in cooking, we’re quite rustic…)

we make it stew a bit with a bit of chopped shallot, olive oil, a pinch of nutmeg, pumpkin’s best friend, and a pinch of salt. After 5 minutes we add a couple of laddles of broth and we keep cooking for 10 minutes. It will still be raw, but don’t worry, it’ll finish to cook together with the rice. When we talk about rice, Carnaroli is mandatory, served “all’onda”. When cooked, we turned off the heat added 100gr of fresh ricotta to make all nice and creamy.

Plated on a black dish to make the orange of the risotto stand out, and topped with duck speck bought from our beloved “food pusher” Tiziana Nogara.

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

3 Comments

  1. Questo piatto è un’opera d’arte, anche come visione.

    Post a Reply
  2. Puoi ben dirlo!!! ;-) E non è un’opera d’arte complicata, con tanti fronzoli, la chiave di tutto è la semplicità!!

    Post a Reply
    • proper doneness. But, by gosh, this lernniag process is constant! Just last night I learned that green vegetables should be pure9ed into risotto for maximum flavor and visual appeal and a friend showed me how stunningly unassuming a breakfast

      Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>