FiNOCCHi“SCAMPATi”


il finocchio sembra, come l’arancio, un prodotto dell’estate, infatti anche esteticamente sembra un piatto da gustare con il caldo.

Da settembre si raccolgono questi fantastici e croccanti ortaggi da gustare in insalata, al vapore o in forno gratinati più o meno light, con besciamella o con la salsa Mornay.

Io lo adoro così, con un po’ d’arancio e con i crostacei crudi, scampi o gamberoni.

Un antipasto felice e leggero, un filo d’olio nuovo, i fiocchi di sale e una macinata di pepe.

Come vedete io non butto la barbetta del finocchio, che è molto gradevole e fresca, quindi quando lo mondate, abbiate cura di recuperatela, così come con le prime foglie, che (non perfette per il crudo) adeguatamente pulite possono andare bene in una minestra di verdure.

finocchio

Un’ultima curiosità, da Wikipedia: l’espressione “lasciarsi infinocchiare” deriva dall’abitudine dei cantinieri di offrire spicchi di finocchio orticolo a chi si presentava per acquistare il vino custodito nelle botti. Il grumolo infatti contiene sostanze aromatiche che rendono gustoso anche un vino di qualità scadente o prossimo all’acetificazione

 

 

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>