iL PASSATO PRESENTE


Si fa presto a dire passato di verdure, ma che verdure?? Il mercato, neanche a dirlo è sempre il punto di partenza. A dire il vero sarebbe l’orto, il campo, la terra, ma per noi, per ora è il mercato dei nostri amici contadini.

Eccovi quindi la lista delle verdure finite nel nostro carrello della spesa: zucca, fagioli freschi, costine o bietoline, carote, patate fresche, le ultime zucchine, una manciata di taccole e un pezzetto di zenzero.

CUXINA 27564 CUXINA 27566 CUXINA 27567

Verso sera abbiamo pulito, sbucciato, mondato il tutto per riporlo in abbondante acqua con una presa di sale grosso di Cervia.

Il resto è solo fuoco e tempo, come il solito a voi la scelta di quest’ultimo. C’è a chi piace con le verdure a pezzettoni e quindi un po’ più croccanti, chi frullata con il minipimer e a chi passata al passaverdure magari lasciando solo i fagioli interi.

CUXINA 27568 CUXINA 27569 CUXINA 27570 CUXINA 27571

Ad ognuno il suo, l’unica cosa sicura è il beneficio che si ha dal mangiare un buon piatto di questa leccornia, vegetariana, addirittura vegana, priva di grassi e ricca di vitamine.

Non mi resta che auguravi buon appetito e una buona domenica.

CUXINA 27576

 

Ps. Il passato può durare benissimo per due tre giorni in frigorifero! Fare un paio di giorni detox con solo passato di verdure, non è mai male…

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>