iL PASTiCCiOTTO


Che la pasta frolla sia una delle delizie del palato siamo tutti d’accordo, vero??

La mia dolce metà Danijela ci coccola spesso con le sue crostate abbinate alle meravigliose marmellate home made, mentre oggi ci siamo cimentati nel Pasticciotto, storico dolce salentino fatto sempre di pasta frolla con un ripieno di crema pasticcera.

Noi come già accennato in questo blog siamo assidui “frequentatori” del Gambero Rosso Channel, e l’altra sera ci siamo deliziati gli occhi con una puntata di Dolcemente, programma del mitico Santin, che ospitava il bell’ Antonio Daloiso, giovanissimo e molto fico pasticcere Pugliese, più precisamente di Barletta. Partiamo subito nello scusarci con i Pugliesi per la forma del dolce: la nostra è rotondeggiante mentre il vero pasticciotto dovrebbe essere ovale. Chiedo venia!

Ma veniamo alla ricetta. La frolla noi di cuxina preferiamo realizzarla con la farina tipo “1” 300 gr., 130 gr di zucchero di canna grezzo, 120 gr di burro di malga, 2 uova, un pizzico di sale e i semi di un baccello di vaniglia, non usate la vanillina ve ne prego!!!

Per la crema pasticcera usiamo il latte buono intero e fresco. Il latte delle nostre centrali a Vicenza sono di ottima qualità, Latterie Vicentine e la Centrale del Latte solo per citarne alcune.

Le uova arrivano esclusivamente dai pollai dei nostri amici contadini e per questa ricetta ne serviranno 2, solo i tuorli, anche qui zucchero a piacere, 30gr di maizena e una presina di sale. Un piccolo segreto, tanto qui siamo fra amici, aggiungete una scorzetta di limone mi raccomando solo il giallo.

Vi ricordate il baccello che abbiamo svuotato per la frolla? Fatelo bollire nel latte che userete per la crema, prenderà un profumo meraviglioso.

Il bell’Antonio all’interno del pasticciotto metteva un cucchiaino di amarene, noi di cuxina avendo appena fatto la marmellata di prugne abbiamo ben pensato di utilizzarla per il nostro dolce… il risultato è stato perfetto!

dsc_7422 dsc_7425 dsc_7434 dsc_7435 dsc_7436

Imburriamo gli stampini, foderiamo con la frolla, riempiamo a metà di crema e mettiamo il tutto in frigo o abbattitore fino alla solidificazione del tutto.

Mettiamo un cucchiaino di amarene/marmellata, poi ancora crema fino a riempimento, chiudiamo con un disco di frolla avendo un po’ di cura di sigillare i bordi e infine in forno preriscaldato a 180° per 20/25 minuti.

Servito caldo in queste prime fresche serate di fine estate è un toccasana per il palato e per lo spirito.

 dsc_7456 dsc_7447

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

4 Comments

  1. Bravissimi!! Complimenti!!

    Post a Reply
    • grazie Marilena, ricordami di farli per la nostra futura cena!!!!

      Post a Reply
  2. Buono alla vista ma per favore non chiamatelo PASTICCIOTTO è un ottima rivisitazione ma il pasticciotto è solo e soltanto di forma ovale e con crema pasticciera unica variante ammessa la crema pasticciera al limone.

    Post a Reply
    • Caro Cesare, come potrai leggere nel nostro post: “Partiamo subito nello scusarci con i Pugliesi per la forma del dolce: la nostra è rotondeggiante mentre il vero pasticciotto dovrebbe essere ovale. Chiedo venia!”
      e ancora abbiamo precisato: “Il bell’Antonio all’interno del pasticciotto metteva un cucchiaino di amarene, noi di cuxina avendo appena fatto la marmellata di prugne abbiamo ben pensato di utilizzarla per il nostro dolce… il risultato è stato perfetto! ”

      Il nome del titolo è semplicistico, solo per capirci di cosa stavamo parlando.
      La versione con l’ammarena è Napoletana…
      Grazie comunque e scusaci ancora.

      Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>