LA PARMiGiANA


Questo piatto è forse il più goloso dell’estate. La leggerezza la riserviamo alle insalate, in questo piatto le calorie non si contano.

DSC_4924

Le melanzane sono di due tipi, quelle viola scuro affusolate che richiedono il trattamento con il sale grosso per far perdere loro l’acqua amara (affettate, stese a strati con un po’ di sale grosso con un peso sopra, risciacquate sotto l’acqua per togliere il sale in eccesso e passate in un canovaccio pulito per asciugarle prima di infarinarle). Per le tonde viola invece non serve nessun trattamento, sono molto dolci e leggere.

DSC_4936 DSC_4931

Quindi affettate le melanzane, passatele nella farina bianca per poi friggerle in abbondante olio di semi di arachidi. Come sappiamo tutti, una volta fritte le si mette a scolare dall’olio sopra un panno di carta assorbente, ma nel nostro caso, come si vede dalla foto la mia mamma, la Iaia, riutilizza i sacchetti di carta del pane ;)

DSC_4943
La mozzarella va stracciata con le mani, non tagliatela a dadini, va stracciata e vi assicuro che il sapore e la consistenza cambiano; non fatela scolare dal suo latte, vi servirà per tenere morbido il tutto.

DSC_4934
Il pomodoro: una conserva o passata vanno bene purché sia di buona qualità. Noi abbiamo usato una passata Mutti di Parma, il top sarebbe usare una passata fresca! In effetti la nonna Iaia ci aveva preparato una conserva con i pomodori del nostro orto, ma tale era la bontà che abbiamo deciso di usare la Mutti per le melanzane e tenere per noi e per uno spaghetto di semola di grano duro la conserva per il pranzo domani!!!
Altro ingrediente è il grana padano, grattugiato fresco sopra gli strati di melanzana, mozzarella e pomodoro. Ultimo, ma non per importanza, il basilico, tanto, appena raccolto, diciamo una decina di foglioline per strato.
In forno a 180° per 20/30 minuti e buona estate!!

DSC_4945 DSC_4957 DSC_4964

This is maybe one of the best gluttonies in the whole italian cuisine, but don’t go check the calories, or you’ll feel guilty for sure, so whenever you eat it, just pretend it’s a salad ;) I’m talking about a delicious parmigiana di melanzane…

You can use two different types of eggplant, the round one or the long one. If you use the long one, remember to peel it and put it to “strain” by putting a handful of coarse salt on the eggplant slices with something heavy on top like a big pot, or a stone, so that all the bitter liquids flow away, then rinse it with water before dusting it with flour.

Once you did this passage, start deep frying the eggplants and when ready, place them on a dish with some paper towels or, as mu grandma does, with a paper bag.

Mozzarella MUST be teared with hands, not diced with a knife, trust me, the difference is huge, both in texture and flavor.

Tomatoes can be used as a passata or in chunks, the only requirement is the good quality of your product. We could have used our freshly made tomato sauce buti t was too damn good and we decided to leave it to season a nice dish of spaghetti, maybe for dinner. We eventually bought a good quality passata to make our tomato sauce.

Another ingredienti s the parmesan cheese, freshly grated on top of every layer of the parmigiana. Last but not least, basil, which has to be as fresh as possible, to be mixed to the tomato sauce. Parmigiana is done, the last thing to do is to put it in the fan oven, pre-heated at 180°C for about 20/30 minutes. Good lunch!!!

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>