LO ZABAiONE Di ARTUSi


“La nebbia a gl’ irti colli, piovigginando sale e sotto il maestrale urla e biancheggia il mar.” Ecco, Carducci è perfetto per queste giornate d’inverno nella nostra pianura padana da giorni presa nella morsa del gelo nebbioso.

cuxina 41121

E noi ci facciamo “do ovetti de xabajon”, lo zabaione mi trasporta con i ricordi alla mia infanzia. A casa mia tenevamo un po’ di galline e quindi ogni tanto per consumare le uova la mia mamma mi faceva lo sbattutino con lo zucchero, poi quando sono cresciuto ha iniziato ad aggiungere il caffè caldo e poi, ancora più grande, mi faceva lo zabaione. Il sapore dell’uovo e zucchero accomuna le tre preparazioni. Oggi in cuxina abbiamo seguito passo passo le indicazioni del Maestro Artusi.

cuxina 41123

 

“Rossi d’uovo, N.3

Zucchero in polvere, grammi 30

Vino di Cipro, di Marsala o di Madera, decilitri 1 ½ pari a 9 cucchiaiate circa. Doppia dose potrà bastare per otto persone. Se lo desiderate più spiritoso aggiungete una cucchiaiata di rhum; anche un cucchiaino di cannella in polvere non ci sta male.

cuxina 41124 cuxina 41125 cuxina 41134

Lavorate prima con un mestolo i rossi d’uovo collo zucchero finchè sieno divenuti quasi bianchi, aggiungete il liquido, mescolate, ponetelo sopra un fuoco ardente frullandolo continuamente e guardandovi dal farlo bollire perché impazzirebbe; levatelo appena comincia ad alzare.

Meglio, io credo, sia il servirsi della cioccolatiera.”

cuxina 41135 cuxina 41136

Se qualcuno vuole confrontare gli stili di scrittura tra me e il “baffone” dell’800 si accomodi pure ;)

cuxina 41137

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>