PEPERONi RiPiENi D’ANATRA


Voglia d’estate, voglia di peperoni, colorati e profumati, li adoro crudi e cotti in tutte le maniere.

cuxina-40090

Ho la fortuna che non mi restano indigesti, problema che assilla molti dei miei conoscenti. Una soluzione è quella di togliere la pelle con un attrezzo detto “pelapomodori” credo, oppure attraverso la cottura alla griglia per poi riporli ancora caldi all’interno di una sacchettino di plastica: il calore/vapore renderà la pelle semplice da togliere.

Ma come dicevamo, in casa Marchesini nessuno ha questo problema e quindi dopo essere passato in macelleria ed essermi fatto invogliare da un macinato d’anitra mooolto invitante, mi sono inventato questa ricettina semplice semplice.

cuxina-40097

Con i peperoni corno, i miei preferiti, ho creato dei contenitori (senza fondo) per cuocere il ragù d’anitra. Un quadratino di carta forno può essere una buona idea oltre per la cottura anche per il servizio. Io nella foto ho preferito usarne un po’ di più per fare scena ;) ma vi assicuro che come monoporzione è molto carino anche con la sua carta sotto.

Veniamo al ripieno: macinato d’anatra, sale, timo, consiglio di aggiungere del pane ammollato nel latte per rendere il ripieno più soffice. Io mi sono trovato a Gambugliano senza nulla di tutto ciò e in effetti era leggermente asciuttino…

Nulla più, li ho semplicemente passati al forno a legna fino a cottura del peperone, sinceramente non saprei la temperatura, ma credo che i canonici 180°C vadano benissimo. Quando il peperone inizia a raggrinzire e cedere leggermente è pronto.

Il dolce dell’anatra ben si sposa con il peperone, il timo rende il tutto piccantino e profumato al punto giusto. Va da se che potete sostituirlo con altra spezia a voi più congeniale.

Ultima cosa, questo piattino è buono anche se fatto con largo anticipo e servito tiepido, come aperitivo o in maggior numero come un secondo sfizioso ed estivo.

buonappetito

DSC_5410

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>