SFORMATiNi GOLOSi


Avendo comprato 18 uova al mercato abbiamo pensato bene di fare una ricetta con base uova.

cuxina6863

In questo piatto, fatto dal “piccolo chef” di casa Marchesini, abbiamo utilizzato 7 uova, 250 gr di ricotta freschissima 2 cucchiaiate di grana grattugiato, una copiosa macinata di pepe e sale qb.

La ricetta arriva direttamente dalla cucina del glorioso istituto alberghiero Artusi di Recoaro Terme e più precisamente dal professor Lovato, docente di Mattia.

Per insaporire il tortino abbiamo usato la tecnica svuota frigo di Cuxina.

Il radicchio è sempre presente, e quindi va da se che ogni tanto un tuperware “scappa” ed eccolo che finisce in padella preceduto da un paio di fette di un salame troppo fresco per i nostri gusti.

Sempre dai meandri del nostro frigo, sono spuntati anche 3 gambi di carciofi. Avevamo usato le teste per fare una deliziosa fritturina di “pessetti”, carciofi e sedano rapa accompagnati da una bollicina di Cava spagnolo ghiacciato, una deliziaaaaaaa!!!.

Tornando ai gambi, una volta mondati con il pelapatate e sminuzzati, li abbiamo spadellati con un’altra fetta del fresco salame, poi per cuocere il tutto abbiamo usato un po’ d’acqua di cottura del chayote (il zucchino spinoso già citato in un altro post) che useremo per la salsa di accompagnamento.

Per l’impasto usiamo la ricotta, i tuorli d’uovo, il sale e pepe e il parmigiano, il tutto amalgamato con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo e vellutato. Uniremo questa deliziosa amalgama alle nostre preparazioni di radicchio e carciofo. A parte abbiamo montato a neve gli albumi per poi in incorporarli delicatamente con una spatola o un leccapentole. Mi raccomando, con movimenti lenti sempre dal basso verso l’alto.

cuxina6879

Imburriamo gli stampini, in questo caso abbiamo usato quelli in alluminio molto cheap ma funzionali, e foderiamo l’interno con delle fettine di pancetta lasciandole sbordare un po’, inseriamo il composto fino a ¾ e poi richiudiamo con la pancetta in eccesso.

cuxina6880

In forno a 180°C per 20 minuti, o fino a fine cottura che si presenterà con una meravigliosa doratura.

La salsa d’accompagnamento: chayote lessato e frullato, la cremina la ripassiamo in una padella dove avremo reso croccante della pancetta sminuzzata. Il tutto lo riportiamo sul bicchiere del mini pimer per un ulteriore frullata.

cuxina6868 cuxina6881 cuxina6882

Provare per credere, sono da pauraaaaaaaaa!!!!!!

This Saturday at the market we bought 18 eggs, and to consume them we decide to make a sort of sufflée. The recipe comes directly from the kitchen of my school, from my teacher Matteo Lovato.

You’ll need 7 eggs, 250gr of fresh ricotta, 2 spoons of parmesan cheese, a ground of black pepper and a pinch of salt.

To give flavour to this “sufflée” we used Cuxina’s “fridge emptying” technique: since we always have some radicchio at home, it happens that it begins to rot, and that’s the moment to recycle it and put it in a pan with a slice of a maybe too fresh salami we recently bought… from the depths of our fridge some artichoke stalks emerged, we chopped and sautéed them with a bit of chayote cooking water. (the spiked zucchini, we’re using it later for a sauce)

To prepare the base of our sufflée we mix the ricotta with yolks, salt, pepper and parmesan until you reach a uniform texture. In the end add the radicchio or the artichoke, it depends on your tastes.

Before filling the alluminum molds, add the egg whites whisked untill stiff. Pay attention to incorporate them gently, with movements from low to high.

Cover the molds with bacon slices, fill with the eggs mixture, then fold the exceeding bacon to close the whole thing up. Straight in the oven for 20 minutes at 180°C. before serving, prepare a sauce with bacon and blended chayote that you’re going to put at the base of your plate.

 

 

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

5 Comments

  1. Buon lavoro, la presentazione la trovo ben fatta, mi piace l’idea del utilizzo del carciofo, veramente bravi complimenti

    Post a Reply
    • grazie Mattia, trovo che riciclare le materie prime sia una fonte di idee inesauribile!!!

      Post a Reply
    • ….no te digo!!!!!!!!!!!

      Post a Reply
    • Interesting! I’ve spent a lot of time trying to store vegeigs for the longest periods of time. I will admit that sometimes I go to stores where the produce isn’t as fresh as it should be (therefore it effects even a properly stored shelf life). Do you store the vegetables as recommended? Something else I always found was that if you store vegeigs near apples or onions they make vegeigs ripen/go bad faster.Ashley

      Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>