PANE E FRiTTATA


“Basilicata coast to coast”: un gran film italiano, ironico, semplice e allo stesso tempo bellissimo.
Le location sono da paura e la colonna sonora è stupenda, lo consiglio vivamente.

https://www.youtube.com/watch?v=kOtWuiLYrHE

cuxina6566

Comunque noi questa sera ci siamo divertiti a fare le frittate con quello che avevamo in casa, come sempre. E quindi abbiamo sminuzzato 2 patate e 2 topinambur, un filo d’olio in padella e un po’ di salvia. Spadellato il tutto e messo da parte per dopo.
Frittata numero 2: Chayote, spinato e sbucciato anch’esso sminuzzato e spadellato con olio e speck dell’Alto Adige a listarelle.
Frittata numero 3, la più interessante: dadolata di zucca chioggiotta, zenzero e un po’ di cannella in polvere (non esagerate come ho fatto io) il tutto in padella con l’olio.

cuxina6567

Parliamo di cotture: io non adoro cuocere troppo le verdure, l’ho già detto, e quindi ognuno si regola a piacimento.
Dimenticavo, sale qb ovunque!
Una volta preparate le verdure e affini, (le potete fare anche molto prima e poi all’ultimo unirle alle uova) sbattete le uova, io ne faccio tre alla volta ma anche qui ognuno si regola a piacere, non occorre montarle spumose, basta poco. Mi raccomando, il sale alla fine dello sbattimento. A piacere potete aggiungere anche un goccio di latte: rende il tutto più soffice e leggero.
Il segreto è cuocerle lentamente a fuoco basso, coperte! Anche qui, o siete dei giocolieri talmente bravi da lanciare la fritta in aria e riprenderla al volo, oppure prendete il piatto, ci fate scivolare la fritta “spadellandola” lentamente e poi con la padella sopra rovesciata girate il tutto assieme!!!

cuxina6565

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>