iL GERMANO E iL ROSARIO


Ho dovuto documentarmi per capire la tradizione, devo dire che non ho trovato il nesso con l’anitra e la Madonna del rosario, pare si festeggi l’apparizione della Madonna alla fine di una battaglia contro i Turchi, ma dell’anatra nessun segno. Magari se qualcuno dei nostri lettori ci illuminasse… ;)

Comunque le tradizioni si devono rispettare, ed eccoci come ogni anno a cuocere l’anatra per i famosi “bigoli co’ l’arna”! Quest’anno faremo un piccolo cambiamento rispetto agli anni scorsi, useremo delle lasagne al posto dei bigoli.

L’altra sera abbiamo fatto dei ravioli con la zucca ed abbiamo avanzato un po’ di sfoglie, tagliate a lasagne oggi saranno perfette. Uova direttamente dal pollaio del mio amico contadino, farina ormai assolutamente Chilometro Cinque integrale mescolata con una bio numero 2, mix perfetto per i nostri gusti!

Ma veniamo all’anatra, nel nostro caso 2 maschi di germano reale, cacciati nelle foci del Po, credo verso Rovigo. Lì arrivano a milioni durante la migrazione, atterrano per mangiucchiare qualcosa appunto nelle foci per poi riprendere la loro migrazione.

CUXINA 27643

L’abbinamento principe dell’anatra è con gli agrumi, e così i nostri germani li abbiamo abbinati a un agrume misterioso, nel senso che non mi ricordo più il nome, assomiglia a un incrocio tra arancio e limone. Per la cottura abbiamo usato il tajin Marocchino, diciamo che sostituisce ottimamente la nostra “tecia de terra” direttamente appoggiata sui cerchi della stufa economica a legna.

CUXINA 27642

Quindi: 4 bacche di ginepro, 2 chiodi di garofano, 1 carota a pezzetti e appunto 2 agrumi da prima spremuti e poi lasciati in cottura con i volatili. Anche all’interno del germano ce ne metteremo uno spicchietto con una presa di sale grosso.

Per il resto, come dico sempre, il tempo…la calma e la pazienza faranno da ingrediente principale.

CUXINA 27644 CUXINA 27645

Una volta cotti andranno spolpati, con le ossa restanti faremo un fondo bruno tostando le ossa in una pentola per poi metterci un po’ d’acqua e ghiaccio, una volta ristretto il tutto lo si filtrerà e lo si unirà al sughetto per i bigoli, o come nel nostro caso, le lasagne!!!

Buona domenica del rosario, a tutti!

condividi Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>